Servizi di Ospitalità Alberghiera

Ospitalità

Nello scenario attuale, dove la competizione, ha raggiunto livelli molto alti, la capacità di essere al passo con i tempi e di migliorarsi continuamente resta il vero vantaggio competitivo di un’azienda.

La Progetto Turismo si pone l’obbiettivo di assistere le strutture ricettive per migliorare le loro performance, aumentandone il fatturato (Yield Management), migliorandone il controllo di gestione (Strategia Commerciale), ottimizzando l’immagine aziendale verso l’esterno (Strategia di Comunicazione), definendo gli standard di servizio adatti alla clientela (Controllo di Qualità), ed innovando grazie alla capacità di anticipare le tendenze.

Il contratto di gestione alberghiera o di management

Il contratto di gestione alberghiera (o di management) è un contratto atipico, diffuso nella prassi internazionale di numerosi settori industriali, ma che ha trovato la sua più ampia applicazione nel settore alberghiero.

Mediante il contratto di gestione alberghiera una «catena alberghiera» assume, a fronte di un corrispettivo di natura economica, l’obbligazione di amministrare un albergo, in nome, per conto e a rischio del titolare dello stesso, servendosi normalmente del know-how e dei segni distintivi propri, ma attenendosi alle istruzioni del titolare dell’albergo. Si tratta di un contratto di gestione che regola, quindi, l’assunzione da parte della società di management di un potere di conduzione dell’impresa.

Le esigenze che vengono soddisfatte da questo tipo di contratti sono esigenze di coordinamento e razionalizzazione che hanno l’obiettivo di concentrare, razionalizzare e professionalizzare la funzione manageriale.

Inizialmente il contractor ha il dovere di fornire consulenza e assistenza nella costruzione dell’hotel, in caso di una nuova struttura, e definire le politiche, gli standard, le procedure ed i sistemi di accordo con le politiche del cliente.

La competitività come fattore di successo

Per continuare ad essere competitivi in un mercato fortemente influenzato dal processo di riavvicinamento fra i fornitori dei servizi turistici (prodotti) e turisti (consumatori), è diventato necessario ridefinire le logiche di approccio al mercato imponendosi una chiara rilettura della propria strategia commerciale per verificare se essa è coerente con le dinamiche future. Progetto Turismo ha maturato in questi anni significative esperienze in questo senso ed ha sviluppato un moderno modello di approccio alle strategie commerciali, che si articola sostanzialmente in 5 punti:

  • Step 1. Lo stato dell’arte

Analizzare lo stato dell’arte dell’azienda con particolare riferimento ai risultati conseguiti, alle eventuali potenzialità inespresse, ai canali commerciali utilizzati ed alle tecniche di vendita utilizzate;

  • Step 2. Selezionare gli obbiettivi

Creare conseguentemente un precisa strategia commerciale coerente con la filosofia aziendale, con gli obbiettivi che l’azienda si propone di raggiungere e con la situazione contingente del mercato;

  • Step 3. Identificare le azioni

Finalizzare una precisa serie di azioni mirate a fidelizzare i clienti acquisiti e ad aumentarne, se possibile, i volumi di vendita;

  • Step 4. Sviluppare le strategie

Sviluppare nuove strategie di vendita efficaci con l’obbiettivo e acquisire nuovi clienti selezionati o nuove nicchie di mercato;

  • Step 5. Implementazione

Implementare efficacemente le tecniche di direct marketing e di e-commerce per avvicinare quanto più possibile i clienti all’azienda attraverso la costituzione di rapporti diretti applicando le moderne tecniche di Customer Relationship Management (CRM).

Per realizzare una struttura ricettiva moderna e funzionale

Il contract alberghiero riveste, secondo Progetto Turismo, un ruolo di fondamentale importanza per raggiungere il risultato voluto e l’immagine finale del prodotto desiderata; dalla progettazione della distribuzione degli spazi alla realizzazione degli impianti, dalla scelta dei materiali e delle infrastrutture fino alla messa in opera ed al collaudo, il contract alberghiero integrato è la miglior soluzione per qualificare al massimo le caratteristiche della struttura ricettiva in tutti i suoi aspetti.

L’esperienza di Progetto Turismo nel contract alberghiero consente di individuare quali siano le esigenze ottimali nella scelta dei materiali di rivestimento e dell’arredamento, sia in termini di rapporto costo-qualità e funzionalità, che in termini di immagine estetica ed impatto emotivo.

Le linee ispiratrici perseguite da Progetto Turismo nelle proprie proposte possono essere riassunte in 5 macro aree di riferimento:

  1. la continua ricerca nei materiali, nel design e nelle soluzioni ergonomiche;
  2. le scelte progettuali mirate ai criteri di risparmio energetico;
  3. l’inserimento dell’immagine degli interni nell’ambiente storico e culturale locale;
  4. l’alta qualità nella scelta degli arredi nonché la cura dei particolari;
  5. la ricerca della soddisfazione di tutti i sensi percettivi nelle scelte progettuali.

Il contract secondo Progetto Turismo impone un approccio differente e sistematico ancorché integrato in ognuno dei vari ambienti che compongono la struttura ricettiva:

  • l’ambito privato: la camera, la suite e l’unità bagno corrispondente;
  • l’ambito sociale: la reception, le aree comuni, il bar, l’area commerciale;
  • l’ambito lavorativo: le sale riunioni, la zona convegni, il business centre;
  • l’ambito ricreativo: la ristorazione, il fitness, la SPA, il centro benessere;
  • l’ambito sportivo: la piscina, i campi da tennis, il golf, i servizi di assistenza alle escursioni;
  • l’ambito privato e di servizio: il back office, la logistica interna, le cucine, i magazzini.

Solo attraverso questa visione globale del problema, normalmente analizzato in chiave marketing, si potrà individuare la soluzione più idonea ad ogni idea progettuale.

La gestione ottimale di un albergo, residence o villaggio turistico

Gestire un albergo, un residence o un Villaggio turistico, significa far convivere in uno stesso ambito due anime tra loro completamente distinte.

Da un lato l’Ospitalità, il Cliente, assistito e orientato, verrà messo a suo agio e si sentirà come a casa propria. Dall’altro l’Organizzazione, ovvero la capacità di seguire con impegno e professionalità la Gestione quotidiana nella struttura turistica.

Da un lato quindi:

  • Educazione e cortesia
  • Professionalità e capacità di linguaggio
  • Disponibilità nei confronti del cliente
  • Creatività nel risolvere situazioni disagevoli

Dall’altro:

  • Competenze professionali specifiche
  • Attenzione e capacità sul lavoro
  • Dedizione e consapevolezza del proprio ruolo

Trovare la perfetta armonia tra gli spazi, la luce, i materiali ed il colore

Progetto Turismo ha fatto propria la rinata filosofia estetica e funzionale del “living culture”, trasferendo nella progettazione della struttura ricettiva e nei concetti di arredamento gli elementi di massima comodità e accoglienza derivanti dalla ricerca della soddisfazione globale del cliente moderno.

Frequentare una località diversa da quella dove si vive abitualmente e quindi utilizzare una struttura ricettiva, viene normalmente percepito come la possibilità di accedere ad uno stile di vita ambito e diverso da quello abituale; una vera e propria “Total Leisure Experience” in grado di soddisfare la motivazione di una attrattiva di base (cultura, natura, avventura, evento, enogastronomia, salute), la necessità di una trasferta per di lavoro (efficienza, servizio, comodità) sia di rispondere alla necessità di un appagamento complessivo nell’uso del proprio tempo libero (ricettività, ristorazione, prodotti tipici, cultura del corpo, recupero psicofisico). Tale esigenza riflette l’attenzione verso esperienze autentiche, che caratterizza ormai una fetta sempre più consistente della domanda turistica; i nuovi turisti sono più maturi e più “savier“, e cercano emozioni ed esperienze più vere, più a contatto con la natura, la cultura e la gente dei luoghi visitati.

Prende forma quindi una nuova cultura turistica con nuove motivazioni; da un lato la ricerca di un’esperienza autentica dei luoghi, alla riscoperta delle tradizioni e delle risorse locali, dall’altro, l’interesse per nuovi modelli di ospitalità che combinino attività ricreative con nuove esperienze culturali, esigenze lavoro con offerta di servizi per il relax.